Sesso nel bagno del pub al primo incontro

sesso in bagno weflirt incontri napoliTempo fa mi sono iscritto a We Flirt perché ero in cerca di annunci erotici per sesso occasionale, devo dire che su questo sito ho trovato ciò che desideravo.

Da quando mi sono iscritto avevo conosciuto decine di ragazze ma ce n’era una che mi aveva colpito particolarmente e che adesso avrei finalmente incontrato.

Si chiama Romina, ha 24 anni ed è una studentessa annoiata dalla sua relazione col fidanzato. Stanno insieme da tre anni e lui sembra un tonto, almeno stando a ciò che mi ha detto; la trascura, non le dedica attenzioni e fanno sesso pochissime volte. Cerca incontri di sesso a Napoli perchè lei è di Salerno e non vuole incontrare gente di lì per ovvi motivi.

In pratica è lui a spingerla a frequentare questi siti dove cerca il piacere che non prova nella sua relazione. Quando abbiamo iniziato a parlare il fatto che fosse fidanzata mi aveva un po’ frenato, poi ho capito che a lei non gliene importava niente. Voleva solo qualcuno che la soddisfacesse.

La cosa mi ha iniziato ad eccitare, scoparmi la ragazza di un altro a sua insaputa rendeva il tutto più interessante. Ci demmo appuntamento una sera davanti ad un locale, lei era esattamente come si era descritta: bellissima e abbondante.

Entrammo nel locale, bevemmo qualcosa e parlammo un po’, mi raccontò del suo fidanzato e del fatto che non era la prima volta che lo tradiva ma non aveva il coraggio di lasciarlo, le faceva pena.

Comunque, per quella sera aveva indossato un vestito lungo che si fermava un po’ sopra il ginocchio, aveva un’apertura non indifferente sul seno e potevo intravedere il reggiseno di pizzo rosso.

Era eccitante, ogni gesto che faceva trasmetteva sesso e la mia voglia di prenderla e sbattermela sul tavolo cresceva velocemente.

Insieme nel bagno del pub

A metà serata si alzò per andare in bagno, la osservai allontanarsi sculettando, il mio cazzo era eccitato, potevo sentirlo esplodere nei pantaloni, decisi di farmi coraggio e la seguii in bagno.

Fortunatamente il bagno era unisex, non trovai nessuno se non lei che si stava lavando le mani, così chiusi la porta a chiave e la presi con impeto.

La baciai con passione, le mie mani le tolsero velocemente il vestito che indossava, le scostai il reggiseno, il suo seno enorme uscì fuori. Mi fiondai sui capezzoli e li stimolai, la mia mano viaggiò tra le sue gambe, era bagnatissima.

Le feci prendere il mio uccello in bocca, lo leccò e succhiò avidamente con frenesia, quasi non aspettasse altro e poi m’intimò di metterglielo dentro.

Entrai dentro di lei con forza e la trombai  poggiandola al lavandino, gemeva e godeva ad ogni mia spinta. Anche lei si muoveva contro il mio bacino e rafforzava quella penetrazione che ci stava portando al limite.

La feci girare di spalle e le entrai da dietro, si aggrappò al lavandino, ci diedi dentro con tutta la voglia che avevo in corpo. Pensai al suo ragazzo, un perfetto idiota e la scopai ancora più volte mentre mi implorava di farla godere.

La sentii raggiungere l’orgasmo due volte, stavo per venire anche io e lo feci nella sua bocca, riempendola di me.

Ci sistemammo ed uscimmo dal bagno, pagai le consumazioni e uscimmo dal locale…che esperienza!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *