Alessia, la ragazza del mio amico dalla bocca d’oro

alessia we flirt bocca d'oro Alessia è la ragazza di un mio amico, Luca (nome di fantasia), mi stupisce il modo in cui si sono conosciuti, una sera mi ha raccontato di aver visto questa bellissima ragazza tra i profili del sito di annunci erotici We Flirt, attirato dalle sue foto sexy, la contattò.

Si incontrarono dopo due settimane e fu subito colpo di fulmine, tra loro le cose andavano benissimo e il sesso era super. Luca mi ha sempre raccontato di come lei fosse brava a farlo godere, soprattutto con dei lavoretti di bocca.

Ogni volta che la vedo il mio corpo reagisce da solo, pochi secondi e mi eccito e mi eccita il pensiero di poterla avere vicino e toccarla.

Allora mi sono deciso ad iscrivermi anche io con nome falso e di contattarla, per vedere se ci stava…e ci stava!! Ci scambiammo messaggi erotici tutta la sera, al punto che mi sono dovuto toccare al pensiero.

Che bella situazione

Io mi perdevo nei suoi occhi e in quelle labbra perfette. Luca è mio amico e mai gli farei un torto ma quando sono vicino ad Alessia non mi controllo, sento l’impulso irrefrenabile di prenderla e farla mia. Quindi decisi di dire ad Alessia che ero io quello con cui la sera messaggiava su We Flirt.

Ed è quello che è successo l’altra sera a casa di amici. Matteo aveva organizzato una piccola festicciola per i suoi 29 anni, la serata procedeva tranquilla, ci divertivamo, io non riuscivo a fare a meno di osservarla e lei se ne accorse, quindi al primo momento in cui eravamo lontani da tutti, glie l’ho detto che ero io, e sorpresa! Mi disse che lo aveva già capito, quindi ero un bel pezzo avanti!

Quella sera aveva messo un bel vestito corto rosso a esaltare ancora di più il rosso dei suoi capelli, portava dei tacchi neri molto alti e del trucco un po’ pesante, i suoi occhi erano ben in evidenza.

A metà serata la vidi alzarsi e allontanarsi in cerca del bagno, quello del piano di sotto era occupato, così Matteo le indicò le scale e la porta di quello di sopra.

La svolta della serata

Approfittando di un momento di confusione, decisi di salire anche io. Pensavo fosse nel bagno ed invece era appoggiata al muro del corridoio e sembrava attendermi.

“Ci ha messo un pochino per raggiungermi”

“Mi stavi aspettando?”

“Pensi che non abbia capito?”

Non dissi altro, mi avvicinai a lei e la baciai, la spinsi ancora di più contro il muro con il mio corpo, lasciai che le mie mani le accarezzassero le cosce e sollevassero leggermente il vestito.

Sfiorai la sua intimità, era bagnata, probabilmente il pensiero di farlo li la stava eccitando da impazzire; la sentii cercare la zip dei miei pantaloni, me lo tirò fuori, s’inginocchiò e mi fece un pompino.

Luca aveva ragione, ci sapeva fare. Avevamo pochissimo tempo e c’era il rischio di essere scoperti, la tirai su e la misi con la faccia contro il muro. Mi dava le spalle, le alzai il vestito e scostai i suoi slip, le sussurrai di non fare rumori e la penetrai da dietro nella sua intimità.

Lei trattenne un gemito di piacere, le misi una mano sulla bocca, le mi morse diverse volte le dita mentre io la sbattevo da dietro. Iniziai con un ritmo lento fino ad aumentarlo rapidamente, fu tutto veloce ed eccitante, fummo travolti dall’orgasmo. Io riuscì ad uscire giusto in tempo per farle bere i miei succhi che lei accolse nella sua bocca.

Ci sistemammo rapidamente e approfittammo anche del bagno, scendemmo uno alla volta, e nessuno sembrò accorgersi della nostra assenza contemporanea. Durante il resto della serata non feci che pensare a quello che era appena accaduto, lei ogni tanto mi guardava e sorrideva maliziosa. Dopo quella volta, è successo altre volte, Luca non sa niente, Alessia ha detto che presto lo lascerà. Io intanto mi godo il suo corpo ogni volta che posso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *